DOVE COLTIVARE NARCISI

 

I narcisi si prestano bene sia alla creazione di aiuole destinate esclusivamente a loro che a quelle di diverse bulbose a fioritura primaverile. Si possono coltivare con successo anche in vaso, ciotole oppure cassette sufficientemente profondo per assicurare l'adeguato sviluppo dell'apparato radicale.

La grande quantità di ibridi di facile reperimento permette di assicurare in aiuole dedicate una fioritura continua di circa due mesi e in caso vengano inserite delle varietà un po' più ricercate, è possibile ottenere facilmente una fioritura che si protrae per cinque mesi.

Il grande vantaggio dei narcisi è la possibilità di effettuare un solo impianto per tre o quattro anni. L'unica condizione è quella di non togliere il fogliame dopo la fioritura finché non sia completamente secco e di evitare ristagni d'acqua nel periodo estivo. Un suolo ben drenato o aiuole rialzate assicurano dunque un lavoro minimo, senza necessità di dissotterramento dei bulbi, permettendo la coltivazione sopra ai bulbi di narcisi anche di stagionali che necessitano di frequenti annaffiature.

Per evitare l'aspetto poco gradevole del fogliame in fase di senescenza è possibile abbinare ai narcisi altre piante che coprono tali zone con il loro fogliame o con vistosi fiori. Per rimanere nel campo delle bulbose, è possibile usare a questo scopo molti tipi di Allium, Anemone coronaria, Camassia,  Hyacinthoides, Lilium, Ranunculus, Triteleia.

I narcisi vanno piantati possibilmente in cerchi, mentre singoli bulbi di varietà pregiate vanno collocati in posizioni di rilievo o in bei vasi.

Particolarmente attraenti sono aiuole dove i narcisi vengono coltivati insieme con altre bulbose a fioritura primaverile. Si possono creare delle successioni di fioritura molto gradevoli p.es. con crochi precoci piantati proprio sopra ì narcisi, oppure con bordure o bordi dei cerchi di narcisi realizzati con Scilla, Puschkinia, Muscari, tulipani "botanici".

Nelle aiuole dedicate ai narcisi conviene piantare varietà precoci verso il centro dello spazio a disposizione e più tardive verso l'esterno. Questo perché risulta piacevole guardare piante già fiorite attraverso il fogliame in sviluppo. Si consiglia di prestare molta attenzione alla scelta delle varietà, usando anche quelle molto profumate seppure frequentemente meno vistose nei singoli fiori.

Non si consiglia di tentare la "naturalizzazione" dei narcisi in prati che dovranno essere tosati. In tali condizioni è necessario delimitare zone che non verranno toccate durante i mesi primaverili, il che è simile alla cura in aiuola. Molto belli risultano, in spazi ampi, i così detti "drift" di singole varietà (narcisi in "ruscelli" o "laghi", anche su pendenze e scarpate).  - vedi -

Aiuole circolari ed in ogni caso cerchi nelle aiuole sono particolarmente gradevoli e si avvicinano anche alla diffusione delle bulbose in condizioni naturali. Non si consiglia di cercare di formare disegni ornamentali. Questi fiori si prestano invece in maniera eccellente per riempimenti di spazi in aiuole con disegni formali creati con piante sempreverdi.

Il narciso è un fiore molto luminoso. Pertanto si presta anche per zone che ricevono solo poche ore di sole (queste sono però indispensabili) e riescono ad illuminare da soli posti all'ombra durante parte della giornata.

Particolarmente adatti ai narcisi, soprattutto di quelli bassi, sono giardini rocciosi. In tali condizioni è molto conveniente sistemare anche singole varietà pregiate, per permettere di ammirarle in maniera selettiva.

 Il testo di questa scheda è anche alla base dell'articolo "Dove piantare narcisi" pubblicato nel 2003 da Il Giardino Fiorito  leggi

                   Il catalogo dei narcisi della Floriana Bulbose                                                                                              BACK AL  COTENUTO    

                                                        I CATALOGHI DELLA FLORIANA BULBOSE