OXALIS DEPRESSA 

Famiglia: Oxalidaceae                                                               

Provenienza: Africa del Sud dalla Città del Capo fino a Mpumalanga

                      ed in Zimbabwe.

Caratteristiche generali.

Si tratta di una pianta di piccola statura originaria da zone sassose e piuttosto aride.

 

Ha foglie trilobate verde chiaro e fiori con tepali disposti a spirale, di colore rosa violetto

con la gola gialla.  I fiori si chiudono verso sera.  Per  aprirsi completamente hanno bisogno

di una posizione in pieno sole. Gli steli fioriferi non superano i 20 cm in altezza. La fioritura avviene generalmente ad agosto e si

protrae fino all'autunno inoltrato. In natura è nota anche una forma bianca, non disponibile in commercio.

Coltivazione.

Come la maggioranza delle Oxalis, anche l'Oxalis depressa è molto facile in coltivazione in zone non eccessivamente umide e ben esposte al sole. Si presta ottimamente per la coltivazione in vasi o ciotole. Il terriccio deve essere sabbioso. Essendo il prezzo dei piccoli tuberi, coperti da un guscio come da conchiglie, assai basso, è possibile creare con una piccola spesa bei cuscinetti piantando numerosi tuberi molto fitti. In vaso possono quasi toccarsi. La pianta è rustica e può essere coltivata all'aperto in tutte le zone dell'Italia. I tuberi di Oxalis depressa sono disponibili in primavera. vedi

                                                                                                                                                                    altre immagini

BACK al CONTENUTO

                                                                       I CATALOGHI DELLA FLORIANA BULBOSE