DICHELOSTEMMA  IDA-MAIA

                         

Genere:  Il genere Dichelostemma è affine a Brodiaea e Triteleia. La sua area di origine è l'Ovest dell'America Settentrionale.

Famiglia: Themidaceae

 

Nome: Il nome scientifico deriva da due parole greche, dichia - diviso in due parti da solco profondo e stemma - ghirlanda o corona, e dal nome comune inglese Ida Maia's Snakelily. In America viene chiamata anche Firecracker Flower.

Origine/habitat naturale: Spontanea nell'Ovest dell'America Settentrionale (Nord della California, Oregon), frequentemente in e vicino

a zone boschive di conifere e di essenze arboree miste, con suolo molto permeabile o semiarido, con piogge non eccessivamente abbondanti

d'inverno e estati asciutte.Viene fecondata da insetti e soprattutto da colibrì.

 

Descrizione/Coltivazione:  Piante alte ca. 60 cm, foglie sottili nastriformi, racemi di fiori tubulari spettacolari, rossi con bordo giallo crema

 

 

 

 

 

su steli privi di foglie in tarda primavera. Esige suolo molto permeabile, innaffiature sporadiche durante l'accrescimento, assenza di umidità durante l'estate, umidità moderata durante l'inverno, posizione al sole. Concimazione moderata con fertilizzante liquido per piante fiorifere durante il periodo vegetativo. Può necessitare di sostegni verso la fine del periodo vegetativo. I cormi vengono piantati durante l'autunno e possono rimanere nel terreno, essendo la pianta sufficientemente rustica nel clima mediterraneo. In caso di eccessivi apporti di acqua durante l'estate è però preferibile dissotterrare i cormi a luglio e conservarli in luogo asciutto all'ombra fino all'autunno. Propagazione per separarzione dei cormi e, più raramente, da seme.

 

Uso: In piena terra e in vasi, nel giardino roccioso, in bordure, vicino a siepi, dove è possibile osservare i particolarissimi fiori da vicino, particolarmente adatta a zone siccitose.

 

Note: Molto attraente, poco conosciuta e usata troppo di rado dai giardinieri amatoriali in Italia, resistente alla siccità.

 

in CAT-IV                       

                                                                                                                                                                                                                             vedi                               

BACK al CONTENUTO                                                                                                                                                  BACK a LE TECNICHE

                                                                     I CATALOGHI DELLA FLORIANA BULBOSE