BRODIAEA CALIFORNICA

 

La domanda più ricorrente che ci viene fatta è: “Vorrei una bulbosa rustica, che fiorisca per mesi, che non debba essere annaffiata molto e che non vada tolta dal terreno in inverno”.

Nella maggior parte dei casi soddisfare una tale richiesta è molto difficile ma c’è una pianta dal fiore straordinario che soddisfa queste pretenziose richieste. La generosissima Brodiaea californica ( da non confondere con la Triteleia ) stupisce chiunque con la sua fioritura molto prolungata ( oltre 2 mesi ) frutto di piccoli cormi piantati in autunno ed ormai dimenticati in qualche zona assolata del giardino. Nelle ricche infiorescenze i fiori si sviluppano consecutivamente ed anche quelli che man mano appassiscono acquistano comunque una forma per niente spiacevole. Infatti i fiori ormai invecchiati si chiudono e seccano mantenendo una bella forma e colore tanto che non è neanche necessario toglierli perché non stonano affatto accanto a quelli che si sono appena schiusi. Il colore dei petali sfuma dal rosa al violetto. L’interno è interamente color crema.

Inizialmente la Brodiaea era classificata nella vasta famiglia delle Liliaceae dopodiché spostata nella Alliaceae  ed ora nella recente famiglia delle Themidaceae . In effetti il comportamento della vegetazione della Brodiaea ha un ciclo simile al genere Allium. Le foglie, strette e nastriformi della lunghezza di 10-15 cm, si sviluppano prima della fioritura e si seccano a fine maggio con lo sbocciare dei primi fiori. L’ingiallimento delle foglie in questo caso non va visto come una malattia od una mancanza di acqua, è solamente la felice conclusione di un lungo periodo di vegetazione coronato da una splendida fioritura. Per questo motivo è consigliabile piantare la Brodiaea fra sempre verdi di 25 cm di altezza (o dietro ad esse) in modo da mascherare le foglie ormai secche.

La Brodiaea californica, come dice il nome stesso, è originaria della California e zone limitrofe del Nord America occidentale ed è la più grande tra le specie di Brodiaea. Necessita di un terreno leggero e ben drenato (1/3 sabbia). Gradisce l’acqua in primavera e molto meno in estate. Va posizionata in pieno sole.

Nel periodo invernale di dormienza sopporta temperature appena al di sotto dei zero gradi  e  per temperature più basse è sufficiente pacciamare bene.

Evitare ristagni d’acqua. Piantare in settembre-ottobre o in primavera e posizionare i cormi ad una distanza di  5 cm  l’uno dall’altro alla profondità doppia della loro altezza . 

foto           catalogo       

BACK al CONTENUTO                                                                       I CATALOGHI DELLA FLORIANA BULBOSE